Bilancio - Dati Fondamentali A2A

Company name:A2A
Description:
Il gruppo A2A è attivo principalmente nei settori della produzione, vendita e distribuzione di energia elettrica, vendita e distribuzione del gas, produzione, distribuzione e vendita di calore tramite reti di teleriscaldamento, gestione dei rifiuti, gestione del ciclo idrico integrato. Tali settori operativi sono a loro volta riconducibili a “Business Units” dedicate.A2A è la più grande multiutility italiana, ai vertici nei settori energia, ambiente, calore e reti. È tra i maggiori produttori nazionali di energia, con un mix produttivo orientato alle fonti rinnovabili, ed è il secondo operatore nelle reti di distribuzione di elettricità; si posiziona inoltre tra i primi nelle reti del gas e del ciclo idrico, mentre è leader italiano nei servizi ambientali e nel teleriscaldamento. In base ai dati operativi il gruppo A2A è leader in Italia nel settore delle local utilities. Nel 2020 A2A ha prodotto 15.919 GWh di energia elettrica, distribuito 10.781 GWh di energia elettrica e 3.146 GWht di energia termica. Ha inoltre distribuito 2.963 milioni di mc di gas e 78 milioni di mc di acqua e trattato 4,3 milioni di tonnellate di rifiuti.
CEO:Renato MazzonciniWWW Address:www.a2a.eu
Chairman:Marco Emilio Angelo PatuanoTelephone:030 35531
Address:Via Lamarmora, 230Fax:030 3553204
Stadt:BresciaEmail:ir@a2a.eu
land:ItaliaISIN:IT0001233417
Postleitzahl:25124
 Price Price Change [%] Bid Offer Volume Hoch Low
 1,9335 0,046 [2,44%] 1,9315 1,933 11.198.517 1,942 1,8885
 Eröffn. Prev. Close Market Cap. Shares In Issue VWAP ROE (%) 52-Wks-Range
 1,891 1,8875 6.057.472.353 3.132.905.277 1,92 10,29 1,05-1,96
(at previous day's close)
Yesterday's Close1,8875
Market Cap.5.913.358.710
Shares In Issue3.132.905.277
Preferred Shares in issue-
Nonvoting Shares in issue-
Convertible Shares in issue-
Sample PeriodHochLow
1 Woche1,941,81
4 Wochen1,941,75
12 Wochen1,961,75
1 Jahr1,961,05
3 Jahre1,960,96
5 Jahre1,960,96

30/6/202130/6/202031/12/202031/12/2019
Sales and Services Revenue3.955.0003.084.0006.668.0007.122.000
EBITDA690.000559.0001.204.0001.234.000
EBIT355.000281.000550.000687.000
Group Result340.000154.000364.000389.000
Net Result370.000163.000368.000393.000
Cash Flow----
Total Net Assets4.179.0003.582.0004.116.0003.651.000
Net Financial Position-3.745.000-3.433.000-3.472.000-3.154.000
Risultati al 30 GIUGNO 2021 - Prosegue la brillante performance dei risultati per il gruppo dell’energia A2A nel primo semestre 2021, ed il gruppo continua con la realizzazione del piano di investimenti.
I ricavi caratteristici sono balzati del 28,2% a 3.955 milioni; tale incremento è stato prevalentemente determinato dai mercati energetici all’ingrosso, in particolare dell’energia elettrica, a seguito sia dell’aumento dei prezzi sia della crescita dei volumi venduti ed intermediati.
In crescita anche i ricavi retail grazie all’aumento dei prezzi unitari del comparto elettrico e alle maggiori quantità vendute ai clienti del mercato libero elettrico e gas.
Ma va anche sottolineato che alla crescita dei ricavi hanno contribuito per circa il 17% le nuove società acquisite nel corso del 2020 (Gruppo AEB, consolidato integralmente a partire dal mese di novembre 2020, Agritre e Flabrum Srl) e nel 2021 (Octopus e Agripower).
Gli altri ricavi operativi (fra cui incentivi a fonti rinnovabili) sono aumentati dell’8,3% a 105 milioni.
In particolare i ricavi della Business Unit Generazione e Trading sono balzati del 35,3% a 2.378 milioni (essenzialmente per l’aumento dei prezzi di elettricità e gas e i maggiori volumi intermediati soprattutto nel mercato dell’elettricità), quelli della Business Unit Mercato sono saliti del 22,5% a 1.524 milioni ancora una volta per l’aumento dei prezzi unitari del comparto elettrico e delle maggiori quantità vendute di elettricità e gas, ma anche del consolidamento del gruppo AEB.
I ricavi della Business Unit Ambiente sono aumentati del 14,4% a 612 milioni, grazie all’apporto di AEB, Agritre e Agripower, ma anche a maggiori ricavi da recupero materie (soprattutto carta) e a maggiori ricavi da vendita di energia elettrica e da smaltimento di rifiuti urbani negli impianti di termovalorizzazione del gruppo.
Il fatturato della Business Unit Reti è salito del 15,5% a 604 milioni, per l’apporto di AEB, i maggiori ricavi da teleriscaldamento e ciclo idrico e l’incremento delle prestazioni effettuate rispetto al primo semestre 2020 che era stato caratterizzato dal lockdown.
I costi per consumi di materie prime sono saliti in misura più che proporzionale rispetto ai ricavi (+35,5% a 2.312 milioni), a seguito del consolidamento di AEB ed il maggior costo di energia, combustibili e per acquisto di certificati ambientali.
Meno accentuata ma rilevante la crescita dei costi per servizi (+23,2% a 712 milioni soprattutto per maggiori oneri di vettoriamento) e degli altri costi operativi (+26,7% a 147 milioni, essenzialmente maggiori costi di affitto e leasing).
Il costo del personale è aumentato solo del 6,8% a 379 milioni, pur in presenza di un numero di dipendenti passato da 12.316 a 13.213 unità (di cui 729 derivanti dal consolidamento di AEB).
Nel complesso l’ebitda è salito del 23,4%, passando da 559 a 690 milioni; al netto in entrambi i periodi delle voci non ricorrenti, ed escludendo l’apporto del consolidamento di AEB e delle altre società acquisite (33 milioni), la crescita “organica” dell’ebitda sarebbe stata di 100 milioni (+18%).
Positivo l’apporto all’ebitda di tutti i settori: quello della Business Unit Generazione e Trading è balzato del 53,1% a 150 milioni, quello della Business Unit Mercato del 13,5% a 126 milioni, quello della Business Unit Ambiente del 14,7% a 164 milioni e quello della Business Unit Reti del 18,2% a 260 milioni.
Gli ammortamenti sono passati da 264 a 323 milioni e gli accantonamenti da 14 a 12 milioni; la crescita degli ammortamenti è dovuta agli investimenti realizzati, al piano di sostituzione dei contatori elettrici e, per 10 milioni, al consolidamento di AEB, Flabrum e Agripower.
L’ebit è così passato da 281 a 355 milioni (+26,3%).
Il saldo negativo della gestione finanziaria è migliorato, scendendo da 38 a 26 milioni; al 30/6/2021 l’indebitamento finanziario netto ammontava però a 3.745 milioni contro i 3.472 milioni di fine 2020.
Nel periodo il gruppo ha realizzato investimenti per 413 milioni (250 milioni nel primo semestre 2020), di cui oltre 250 milioni indirizzati allo sviluppo, e in particolare al potenziamento delle reti, agli impianti di depurazione, agli impianti fotovoltaici e alla digitalizzazione del gruppo.
In particolare gli investimenti relativi alla Business Unit Generazione e Trading sono ammontati a 37 milioni, quelli della Business Unit Mercato a 39 milioni, quelli della Business Unit Ambiente a 109 milioni (di cui 87 per sviluppo degli impianti, e in particolare 44 per la realizzazione del nuovo termovalorizzatore di Parona) e quelli della Business Unit Reti a 209 milioni (74 per la distribuzione elettrica, 55 per la distribuzione gas, 45 per il ciclo idrico integrato e 29 per teleriscaldamento e gestione calore).
Inoltre è stato pagato un monte dividendi di 248 milioni.
L’utile ante imposte è così passato da 243 a 329 milioni (+35,4%).
Dopo un effetto fiscale positivo per 41 milioni grazie agli effetti del DL 104/2020 o “Decreto Agosto” (imposte per 78 milioni al 30/6/2020, con un tax rate del 32,1%) e l’imputazione a terzi di una quota di utile di competenza passata da 9 a 30 milioni, l’utile netto è più che raddoppiato, balzando da 154 a 340 milioni.
Escludendo le componenti straordinarie (tra cui i citati effetti dell’applicazione del DL 104/2020 che ha determinato minori imposte per 145 milioni), l’utile netto “ordinario” sarebbe ammontato a 202 milioni, comunque in aumento del 31% rispetto al corrispondente periodo del 2020.
Risultati 2020 - Scendono ricavi e margini di A2A nel 2020, soprattutto a causa dell’impatto dell’emergenza sanitaria Covid-19.
I ricavi delle vendite e prestazioni sono infatti diminuiti del 6,4% a 6.668 milioni e i ricavi totali del 6,3% a 6.862 milioni, in relazione alla contrazione del mercato energetico all’ingrosso per i minori prezzi di energia elettrica e gas e la diminuzione dei volumi venduti del portafoglio industriale gas; le medesime dinamiche sono state osservate anche nei mercati retail gas e teleriscaldamento per i minori prezzi unitari e le minori quantità vendute ai grandi clienti gas; positivo invece il contributo delle maggiori vendite retail ai grandi clienti elettricità, oltre all’apporto delle società acquisite nel corso del 2020.
In particolare i ricavi della business unit Generazione e Trading sono scesi del 13% a 3.828 milioni, quelli della business unit Mercato del 4,6% a 2.598 milioni e quelli della business unit Reti del 3,7% a 1.101 milioni, mentre quelli della business unit Ambiente sono saliti del 5,8% a 1.111 milioni.
I costi per acquisti materie sono diminuiti ben del 14,9% a 3.407 milioni, mentre i costi per servizi sono saliti dell’11,4% a 1.283 milioni e gli altri costi operativi del 12,4% a 263 milioni.
Il costo del lavoro è invece aumentato solo dello 0,7% a 705 milioni, in presenza di un numero di dipendenti passato da 12.186 a 12.978 unità.
Così l’ebitda è passato da 1.234 a 1.204 milioni (-2,4%), mentre al netto delle partite non ricorrenti (13 milioni nel 2020, 42 milioni l’anno prima) l’ebitda sarebbe rimasto stabile rispetto al 2019.
L’ebitda dell’attività di Generazione e Trading è sceso del 10,3% a 270 milioni, quello della business unit Mercato del 3,9% a 220 milioni e quello della business unit Reti del 3,4% a 456 milioni, mentre quello della business unit Ambiente è salito del 5,2% a 282 milioni, grazie alle maggiori quantità di energia elettrica prodotta, la positiva dinamica dei prezzi di conferimento (specie dei rifiuti assimilabili agli urbani), l’aumento dei pezzi di vendita della carta e il contributo degli impianti di nuova acquisizione (linee di trattamento di Electrometal e impianto di generazione alimentato a biomassa di Agritre) e di recente attivazione (impianto di recupero della plastica di Muggiano).
Gli ammortamenti e le svalutazioni sono aumentati da 547 a 654 milioni a seguito di maggiori investimenti oltre al ripristino di valore degli impianti di A2A Gencogas a seguito di impairment test a fine 2019 e al piano di sostituzione dei contatori elettricità.
Sono stati poi effettuati maggiori accantonamenti netti derivanti da maggiori accantonamenti a fondo rischi nel 2020, mentre nel 2019 erano stati effettuati maggiori rilasci di fondi rischi e crediti eccedenti.
Di conseguenza l’ebit è passato da 687 a 550 milioni (-19,9%).
Gli oneri finanziari netti sono diminuiti da 110 a 81 milioni, in presenza però al 31/12/2020 di un indebitamento finanziario netto pari a 3.472 milioni a fronte di 3.154 milioni a fine 2019.
Non considerando le variazioni di perimetro avvenute nel 2020, l’indebitamento finanziario netto al 31/12/2020 sarebbe stato pari a 3.327 milioni; la generazione di cassa netta è stata negativa per 173 milioni, a cui si aggiungono investimenti per 738 milioni e il pagamento di un monte dividendi di 241 milioni.
Gli investimenti del 2020 riferiti alla business unit Generazione e Trading sono ammontati a 76 milioni, quelli della business unit Mercato a 64 milioni, quelli della business unit Ambiente a 174 milioni e quelli della business unit Reti a 378 milioni.
L’utile ante imposte è nel complesso sceso da 581 a 469 milioni (-19,3%).
Dopo imposte per 99 milioni (tax rate sceso dal 32,5% al 21,1%) e l’imputazione a terzi di una quota di utile di competenza stabile a 4 milioni, l’utile netto è passato da 389 a 364 milioni (-6,4%).
Il dividendo ammonta a 0,08 euro per azione, in pagamento dal 26 maggio 2021.
30/6/202130/6/202031/12/202031/12/2019
Avviamento479.000374.000426.000374.000
Attività immateriali----
Immobilizzazioni Materiali5.387.0004.909.0005.162.0004.869.000
Investimenti Immobiliari----
Partecipazioni e altre attività finanziarie----
Altre Attività non Correnti----

Totale Attività non Correnti

----
Rimanenze162.000146.000139.000184.000
Crediti Commerciali3.785.0002.488.0002.030.0001.852.000
Altre Attività Correnti----
Liquidità e Disponibilità Finanziarie----

Totale Attività Correnti

----
Attività destinate alla vendita----

Totale Attivo

13.147.00010.632.00012.226.00010.725.000
Capitale Sociale1.629.0001.629.0001.629.0001.629.000
Azioni Proprie44.80012.33512.00012.000
Riserve1.660.8001.442.3351.556.0001.283.000
Utile (Perdite) d'Esercizio340.000154.000364.000389.000

Patrimonio Netto di Gruppo

3.585.0003.213.0003.537.0003.289.000
Patrimonio netto di Terzi594.000369.000579.000362.000

Patrimonio netto Complessivo

4.179.0003.582.0004.116.0003.651.000
Debiti Finanziari a Lungo Termine3.423.0003.119.0003.928.0003.316.000
Fondo TFR e altri fondi del personale261.000287.000278.000307.000
Fondo per rischi e oneri734.000652.000752.000676.000
Altre passività non correnti----

Totale Passività non correnti

----
Debiti Finanziari a Breve Termine677.000561.000588.000304.000
Debiti Commerciali1.454.0001.086.0001.552.0001.481.000
Altre Passività correnti----

Totale Passività correnti

----
Passività correlate ad attività destinate alla vendita----

Totale passivo

13.147.00010.632.00012.226.00010.725.000
30/6/202130/6/202031/12/202031/12/2019
Ricavi delle vendite e delle prestazioni3.955.0003.084.0006.668.0007.122.000
Altri ricavi105.00097.000194.000202.000

Totale ricavi

4.060.0003.181.0006.862.0007.324.000
Costo del venduto----
Utile lordo industriale----
Spese generali e amministrative----
Spese di ricerca e sviluppo----
Spese di vendita----
Altri ricavi (costi) operativi netti----
Altri proventi (oneri) non ricorrenti----
Variazione delle rimanenze----
Consumi di materie prime2.132.0001.573.0003.407.0004.004.000
Costo del personale379.000355.000705.000700.000
Costi per servizi712.000578.0001.283.0001.152.000
Altri costi operativi147.000116.000263.000234.000
Altri proventi non ricorrenti----
Altri oneri non ricorrenti----
EBITDA690.000559.0001.204.0001.234.000
Ammortamenti323.000264.000555.000502.000
Accantonamenti per rischi, oneri e svalutazioni12.00014.00094.00036.000
EBIT355.000281.000550.000687.000

Saldo gestione finanziaria

-26.000-38.000-81.000-110.000
a) Proventi Finanziari10.0006.00012.00016.000
b) Oneri Finanziari39.00045.00093.000130.000
c) Altri Proventi (Oneri) Finanziari3.0001.000-4.000
Ripristini (svalutazioni) / Plusvalenze (Minusvalenze)---4.000

Risultato prima delle imposte

329.000243.000469.000581.000
Imposte sul reddito-41.00078.00099.000189.000
Risultato netto attività di funzionamento----
Risultato attività destinata a cessare----

Risultato netto

370.000163.000368.000393.000
Risultato di pertinenza di terzi30.0009.0004.0004.000
Risultato di pertinenza del Gruppo340.000154.000364.000389.000
Kürzlich von Ihnen besucht
BIT
A2A
A2a
Register now to watch these stocks streaming on the ADVFN Monitor.

Monitor lets you view up to 110 of your favourite stocks at once and is completely free to use.

Der Markt LS (Lang&Schwarz) wird als Realtime Indikation kostenlos angezeigt und bietet Ihnen außerbörsliche Realtime Aktienkurse in der Zeit von Mo-Fr 08:00 bis 23:00, Samstags 10:00 bis 13:00 und Sonntags an.
NYSE und AMEX Kurse sind um mindestens 20 Minuten zeitverzögert.
Alle weiteren Kurse sind um mindestens 15 Minuten zeitverzögert, sofern nicht anders angegeben.

Durch das Benutzen des ADVFN Angebotes akzeptieren Sie folgende Allgemeine Geschäftsbedingungen

P: V:de D:20211024 22:06:05